Interlinea piange Marco Rosci

3 luglio 2017 alle 11:15 | Pubblicato su Arte, Interlinea, Novara, Ricordo | Lascia un commento

Interlinea piange il grande critico d’arte
Marco Rosci
spentosi all’età di 89 anni
autore di un volume-testamento
Le frontiere dell’arte
edito da Interlinea a cura di Francesco Gonzales per i suoi 85 anni

Marco Rosci, docente universitario e studioso di storia dell’arte di fama nazionale, è nato a Novara il 17 aprile del 1928. Dopo gli studi liceali nella sua città si iscrive all’Università Statale di Milano. Si laurea nel 1951 con Paolo D’Ancona con una tesi intitolata Manierismo ed Accademismo dal Rinascimento all’età neoclassica. Nell’anno scolastico 1956-57 insegna storia dell’arte al liceo classico Carlo Alberto di Novara, cattedra che lascia nel 1957 diventando assistente all’Università di Milano mentre l’anno successivo vince il concorso per assistente ordinario di Anna Maria Brizio. Questa prima parte di carriera e di studi è dedicata in particolare allo storia dell’architettura: del 1953 è il saggio su Benedetto Alfieri. Nel 1961 consegue il perfezionamento in storia dell’arte antica, medioevale e moderna all’Università di Milano. Riprendendo la traccia di un curriculum dattiloscritto di Rosci risalente agli anni sessanta e riferendosi al periodo milanese: «ciò mi ha permesso negli ultimi anni e sotto sicura guida di svolgere un’attività scientifica più ampia ho concentrato l’interesse sull’arte della mia zona d’origine e di residenza, posta a cavallo, storicamente e geograficamente, fra Piemonte e Lombardia, inserendomi in un momento, come quello attuale, particolarmente fruttuoso per gli studi sull’arte lombarda e piemontese del Cinquecento e Seicento». Una traccia netta per quella che sarà la sua storia professionale: il riordino della Pinacoteca di Varallo e il relativo catalogo del 1960, la mostra del Pianca a Varallo del 1962, la partecipazione all’organizzazione della mostra varesina del Morazzone del ’62, la grande mostra novarese del Cerano del ’64. Nel 1965 diventa docente di storia della critica d’arte all’Università Statale di Milano. è del 1973 il trasferimento all’Università di Torino. Rosci fu legato a Giovanni Testori per la comune passione per la pittura lombarda, per la Valsesia, in cui si conobbero nel 1960 in occasione della presentazione del catalogo della Pinacoteca di Varallo.

Come scrive Francesco Gonzales nel volume Le frontiere dell’arte, delineare un profilo di Marco Rosci non è semplice per la complessità dei suoi interessi e per la varietà dei suoi interventi: docente, giornalista, critico d’arte, ha curato mostre d’arte moderna e contemporanea, ha delineato mirabili profili di critica d’arte, ha coordinato gruppi di lavoro, ha ispirato colleghi e amici e le sue intuizioni restano pietre miliari nella storia dell’arte.

 

Annunci

Interlinea raggiunge 25 anni e 1200 libri

14 aprile 2017 alle 14:53 | Pubblicato su Editoria, Interlinea, Tempo di Libri | Lascia un commento

Interlinea raggiunge 25 anni e 1200 libri
con festa di parole e musica domenica 23 in fiera

Da Casiraghy a Kerbaker, dalla Pariani alla Lavatelli, da Piumini a Ferrara
gli autori della casa editrice di Novara nella festa a Tempo di Libri con novità su amore per i libri, Alzheimer, giochi di riciclo e un incontro con l’Islam allo stand D14-E13

La casa editrice Interlinea festeggia il traguardo di 25 anni e 1200 pubblicazioni a Milano alla fiera dell’editoria italiana “Tempo di Libri” dal 19 al 23 aprile 2017 allo stand D14-E13 (Pad. 4) e durante l’incontro con musica e letture Interlinea: parole e musica per 25 anni di libri domenica 23 aprile, alle 17,30 al caffè letterario Garamond, con la partecipazione degli editori Roberto Cicala e Carlo Robiglio e gli autori Alberto Casiraghy, Gian Luca Favetto, Andrea Kerbaker, Giuseppe Langella, Anna Lavatelli e Laura Pariani, con presentazione di Giovanni Cerutti, musiche di Lorenzo Monguzzi, rinfresco finale allo stand e distribuzione del catalogo 2017.

Fra le novità disponibili allo stand della casa editrice ci saranno Diecimila. Autobiografia di un libro, libro sui libri scritto dal bibliofilo Andrea Kerbaker; Il viaggio della parola di Gian Luca Favetto, poeta e giornalista; la raccolta Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia scelte e commentate da Franca Grisoni; il diario ritrovato dello scopritore di Petra Vita e viaggi di J.L. Burckhardt. Un incontro con l’Islam dell’Ottocento di Silvana Lattmann e il saggio provocatorio del filosofo Pietro Prini Lo scisma sommerso. Il messaggio cristiano, la società moderna e la Chiesa.

Un occhio di riguardo è riservato ai piccoli lettori, che sono invitati giovedì 20 aprile alle 14,30 allo spazio Papyrus per un laboratorio basato sul libro Così per gioco. Costruiamo i nostri giocattoli con materiali di riciclo di Elve Fortis De Hieronymis, pioniera di Art Attack, e che ogni pomeriggio troveranno ad aspettarli allo stand autori come Roberto Piumini, Anna Lavatelli, Giulia Orecchia, Antonio Ferrara e Andrea Astuto.

Interlinea ospita, allo stand C14-E13, Edizioni Santa Caterina e CEF Publishing.

INVITO IN PDF

Domenica 23 aprile, 17,30, Caffè Garamond, Pad.  4
Interlinea: parole e musica per 25 anni di libri

Saluto di Roberto Cicala e Carlo Robiglio, editori
Musica e canzoni di Lorenzo Monguzzi
Interventi e letture di Alberto Casiraghy, Gian Luca Favetto, Andrea Kerbaker,
Giuseppe Langella, Anna Lavatelli e Laura Pariani
presenta Giovanni Cerutti

Con distribuzione del catalogo 2017
e rinfresco finale allo stand

Ufficio stampa Interlinea
tel. 03211992282
www.interlinea.comufficiostampa@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni
Twitter: @Interlinea_Ed

A Novara l’antologia della poetessa Grisoni

5 aprile 2017 alle 10:35 | Pubblicato su Interlinea, Novara, Poesia, scrittori | Lascia un commento

Quando l’Alzheimer ispira gli scrittori:
a Novara l’antologia della poetessa Grisoni

Presentazione della nuova raccolta Alzheimer d’amore lunedì 10 aprile alle 18 al Circolo dei Lettori con A.M.A. Novara Onlus

Davide Rondoni, Valerio Magrelli, Roberta Dapunt, Vivian Lamarque sono alcuni dei poeti i cui versi sul tema dell’Alzheimer sono stati raccolti e commentati da Franca Grisoni in Alzheimer d’amore. Poesie e riflessioni su una malattia (Interlinea), con una nota di Marco Trabucchi. Il libro sarà presentato a Novara lunedì 10 aprile 2017 alle ore 18 presso il Circolo dei Lettori (Broletto) dall’autrice con Aldo Biolcati e Maria Bocca di A.M.A. Novara Onlus – Associazione Malati di Alzheimer. Ingresso libero.

Franca Grisoni pubblica per la prima volta un’antologia di poesie che hanno come denominatore comune la malattia di Alzheimer e che sono dedicate ai genitori o ai familiari o ispirate dal dolore e dalle difficoltà di questa patologia. Quando apparentemente non si hanno più parole, la poesia ha parole adatte e sufficienti, è uno strumento profondo, che può trasmettere contenuti altrimenti difficili da comunicare, perché è universale, come la malattia. Le poesie di questo libro sono accompagnate dai commenti di Franca Grisoni, con cui condividiamo le modalità di lettura della sofferenza, un’altissima sensibilità e una capacità interpretativa dell’umano, particolarmente utili per comprendere i percorsi del dolore, scoprendo un «Alzheimer d’amore».

 Leggi un estratto (con sommario)

Guarda il video su YouTube

Grisoni, Alzheimer d'amore 180

 

Franca Grisoni è nata a Sirmione, dove vive. In collaborazione con istituzioni pubbliche e private organizza corsi biblici ed eventi culturali. Collabora con il “Giornale di Brescia”, “Paragone Letteratura”, “Città & Dintorni” e “Psicogeriatria”. Scrive nel dialetto di Sirmione. Ha pubblicato: La böba, prefazione di Pietro Gibellini, San Marco dei Giustiniani, Genova 1986 (Premio Bagutta opera prima); El so che te se te, Pananti, Firenze 1987 (Premio Empoli); L’oter, prefazione di Franco Brevini, Einaudi, Torino 1988; Ura, Pegaso, Forte dei Marmi 1993; De chi. Poesie della penisola di Sirmione, Scheiwiller, Milano 1997 (Premio Viareggio); La giardiniera, L’Obliquo, Brescia 2001; L’ala, prefazione di Giovanni Tesio, Liboà, Torino 2005 (Premio Biagio Marin); Passiù, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, L’Obliquo, Brescia 2008; Poesie, a cura di Paola Carmignani, prefazione di Pietro Gibellini, Morcelliana, Brescia 2009 (Premio Salvo Basso, Premio Tirinnanzi); Compagn, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, Morcelliana, Brescia 2012 (Premio Nazionale Ponte di Legno Poesia); Medea, con una nota di Franco Brevini, Fondazione Etica-L’Obliquo, Brescia 2012; L’ös / L’uscio, prefazione di Marco Trabucchi, L’Obliquo, Brescia 2013; Croce d’amore / Crus d’amur. Passione in versi ispirata dai capolavori del Romanino, prefazione di Giuseppe Langella, nota di Fabio Larovere, Interlinea, Novara 2016. E inoltre: Appunti sul far critica di Cesare Garboli, Pananti, Firenze 1992; Nel tempo di Mattioli, con uno scritto di Cesare Garboli, L’Obliquo, Brescia 2005.

Un brano del libro
«Mi dice un amico, è inutile
che tu insista e ti logori,
lei non capisce.
Ma noi
poco di più, perché
guardando i suoi occhi sbiaditi,
capisco che il grande mistero,
non è soltanto Dio»

Franca Grisoni, Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia
con una nota di Marco Trabucchi
Interlinea, pp. 232, euro 14, isbn 978-88-6857-108-5

 Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

 

A Milano un piccolo classico dei libri sui libri

5 aprile 2017 alle 10:30 | Pubblicato su Editoria, Interlinea, Narrativa, scrittori | Lascia un commento

A Milano un piccolo classico dei libri sui libri:
il bibliofilo Andrea Kerbaker presenta Diecimila

La nuova edizione dell’Autobiografia di un libro sarà protagonista di una serata di letture da Goldoni a Bob Dylan con autori come Ballestra, Balzano, Lamarque, Vercesi, Zaccuri

Diecimila. Autobiografia di un libro è un piccolo classico dei libri sui libri, scritto dal bibliofilo Andrea Kerbaker, amato da numerosi lettori e tradotto in molte lingue, dal coreano al giapponese. Il volume, nella nuova edizione di Interlinea, sarà presentata dall’autore alla Kasa dei Libri (largo De Benedetti 4) martedì 11 aprile 2017 alle ore 18. All’incontro dal titolo Dieci autobiografie per Diecimila saranno presenti, per leggere da altrettante autobiografie, Andrée Ruth Shammah (che leggerà da Mèmoires di Carlo Goldoni), Alessandro Zaccuri (da Autobiografia di Monaldo Leopardi), Pier Luigi Vercesi (da Festa mobile di Ernest Hemingway), Vivian Lamarque (da Lessico familiare di Natalia Ginzburg), Marco Balzano (da Il primo uomo di Albert Camus), Silvia Ballestra (da L’età forte di Simone De Beauvoir), Silvano Calzini (da Un tocco in più di Gianni Rivera e Oreste del Buono), Sarah Thorne (da Esperienza di Martin Amis, con Andrea Kerbaker), Renato Sarti (da Vivere per raccontarla di Gabriel García Marquez), Alberto Tonti (da Chronicles di Bob Dylan).

Kerbaker, Diecimila 180

 LEGGI UN ESTRATTO

Se ogni volta che passate davanti a un oggetto vi domandate quali sono i suoi pensieri, i suoi sentimenti, magari che cosa pensa di voi, questo racconto è stato scritto a vostro uso e consumo. Protagonista è un libro che parla in prima persona. Questo libro è un romanzo degli anni trenta che ha avuto molti proprietari, diversissimi tra loro, e da qualche tempo sta in uno scaffale di una libreria dell’usato ad aspettare il prossimo acquirente. Una vicenda già vissuta dal libro ma questa volta c’è una minaccia in più: il libraio ha detto a voce alta che dopo qualche settimana i libri invenduti verranno mandati al macero. Così, temendo di essere prossimo alla fine, il libro racconta la sua affascinante storia lunga quasi un secolo, nel tentativo di catturare l’attenzione dei clienti, lettori come chi sta leggendo queste righe…

Andrea Kerbaker, milanese, esperto di comunicazione aziendale e organizzazione culturale, oltre che bibliofilo, è autore di libri tra cui una Breve storia del libro (a modo mio) (Ponte alle Grazie, 2014) e cura il programma della Kasa dei Libri a Milano. Insegna Istituzioni e politiche culturali all’Università Cattolica e collabora con il “Corriere della Sera” e con il supplemento domenicale del “Sole 24 Ore”. Per Interlinea ha curato Alle radici dell’Alfa Romeo di Nicola Romeo

Andrea Kerbaker, Diecimila. Autobiografia di un libro
Interlinea, pp. 80, euro 12, isbn 978-88-6857-119-1

Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

Novara e il Boom del miracolo economico

31 marzo 2017 alle 10:28 | Pubblicato su Interlinea, Narrativa, Novara, Storia | Lascia un commento

Novara e il Boom del miracolo economico:
dalla Coca Cola al frigorifero Ignis un libro di oggetti

Carlo Robiglio presenta l’autore ultranovantenne Carlo Alberto Carutti giovedì 6 aprile alle 18 in Biblioteca Negroni in un evento patrocinato dall’AIN

«Un libro ricco di suggestioni e spunti anche per l’impegno degli industriali oggi»: così “L’imprenditore” commenta la pubblicazione da parte di Interlinea di Boom. Gli oggetti del miracolo economico tra vita, passione e lavoro di Carlo Alberto Carutti, classe 1923, che ha vissuto gli anni d’oro dell’imprenditoria italiana e che presenterà il volume a Novara, in Biblioteca Negroni (corso Cavallotti 6), giovedì 6 aprile 2017 alle ore 18 assieme a Carlo Robiglio vicepresidente del “Sole 20 Ore”. L’evento a ingresso libero è organizzato in collaborazione con AIN, l’Associazione Industriali di Novara, in occasione dei Giovedì letterari della Biblioteca.

In Boom i ricordi di Carlo Alberto Carutti, uno dei molti italiani che hanno costruito il Paese collaborando coi grandi nomi dell’imprenditoria degli anni sessanta – Guzzi, Garelli, Fiat, Zoppas, Ignis, Zanussi e tanti altri –, sono rivolti ai giovani di oggi, perché siano fonte di energia positiva, di coraggio e fiducia, di ottimismo per cominciare da zero, nonostante le difficoltà del nostro tempo. L’autore ha vissuto i migliori anni del boom economico e le tappe del suo racconto, fatto di incontri e di grande passione per il lavoro, si concretizzano negli oggetti che hanno cambiato il modo di vivere di una nazione: dalla bottiglia della Coca-Cola al motore del Mosquito, dalle lampade fluorescenti alla motofalciatrice, dal frigorifero alla lavatrice, dal registratore Geloso al televisore, dalle brugole alle cerniere per mobili. Sono prodotti che hanno costellato vita e lavoro dell’autore, ingegnere appassionato di musica e arte, ma anche profondo conoscitore delle tecnologie più avanzate necessarie nei processi produttivi di maggior resa e qualità.

Carutti, Boom 180

LEGGI UN ESTRATTO (LINK)

Carlo Alberto Carutti nasce a Milano nel 1923, si laurea in Ingegneria alla fine del 1946 al Politecnico di Milano, perfeziona in quegli anni, in parallelo al suo lavoro, lo studio della chitarra jazz sotto la guida del maestro Zuccheri, successivamente completa lo studio già avanzato del violino alla scuola musicale Enrico Bossi di Como sotto la guida del maestro Terraneo, allarga la sua cultura sulle arti figurative quando nel 1951 si sposa con Maria Luigia Testori, sorella di Giovanni Testori, suo compagno di ginnasio e di liceo che lo coinvolge nella passione per la pittura e le sue ricerche.
Ha già pubblicato nel 2005 Passioni di un collezionista che raccoglie la sua collezione di arti figurative e nel 2011 Dai liuti ai violini che raccoglie la sua collezione di strumenti musicali.
In ambito letterario ha pubblicato Noi (Interlinea, Novara 2013).
L’autore, di professione imprenditore da oltre sessant’anni, accomuna la passione per il collezionismo mirato a quella per la ricerca e per la poesia, di cui è segreto artefice, prodotto inconsapevole della sua anima musicale.
Per il suo appassionato interessamento al gemellaggio culturale di Cremona e di Füssen ha ricevuto dalla Municipalità della città tedesca il Premio alla Cultura 2014.

 

Alberto Nessi per la prima volta in Italia

22 marzo 2017 alle 10:24 | Pubblicato su Interlinea, Poesia, scrittori, Svizzera | Lascia un commento

Un poeta solitario dalla Svizzera a Milano:
Alberto Nessi per la prima volta in Italia

L’anziano autore, personaggio di culto nel Canton Ticino, Gran Premio Svizzero di Letteratura, presenterà la raccolta Un sabato senza dolore (Interlinea) il 22 marzo con Maurizio Cucchi e Giuseppe Langella

Il poeta e narratore Alberto Nessi, autore di culto oltre frontiera, vincitore nel 2016 del Gran Premio Svizzero di Letteratura, il più ambito riconoscimento letterario elvetico, sarà a Milano per la prima volta mercoledì 22 marzo 2017 per presentare la sua raccolta poetica Un sabato senza dolore, pubblicata da Interlinea con una nota di Fabio Pusterla. L’evento si terrà presso la libreria Vita e Pensiero (largo Gemelli 1) alle ore 18, con interventi di Maurizio Cucchi e Giuseppe Langella.

Guarda il video su Youtube

Nessi, Un sabato senza dolore 180

«Partire la mattina presto» è l’atto con cui Alberto Nessi inizia il viaggio in treno che conduce il lettore di Un sabato senza dolore lungo paesaggi naturali e incontri umani. Questo libro è come uno scompartimento che offre un campionario di tipi e di sentimenti, di oggetti e di visioni: così capita che «la purezza della neve nel cielo / si scontra con l’oscenità del giornale». Alla ricerca della «parola che non tradisca la sua genesi» l’autore sa raccontare con la semplicità e la saggezza di chi è abituato a vivere in bilico fra attese e delusioni, in una terra spirituale di confine. Gli capita d’incontrare anche migranti clandestini: «quante volte ci morderà la rete ancora il cuore?» e alla fine deve constatare che «non vedrò più la viaggiatrice senza bagaglio / che avrebbe tante cose da raccontarmi» perché «deve scendere». È il destino di tutti, ben racchiuso in poesie scritte «forse un po’ come ballare il tango».

 

Alberto Nessi (Mendrisio 1940) è cresciuto a Chiasso e oggi vive a Bruzella in Valle di Muggio. È stato insegnante. È poeta e narratore. Una scelta svizzera delle sue poesie è stata pubblicata nel 2010 da Casagrande, Bellinzona, con il titolo Ladro di minuzie.Per la prosa: Terra matta (Dadò, Locarno 1984; quinta edizione 2005, con prefazione di Fabio Soldini) e, da Casagrande, Bellinzona: Tutti discendono (1989), Fiori d’ombra (1997), La Lirica (1998). La prossima settimana, forse (2008), Milò (2014).Ha curato l’antologia di testi e testimonianze sulla Svizzera italiana Rabbia di vento (Casagrande, Bellinzona 1986) ed è autore di libri realizzati in collaborazione con artisti. È tradotto in varie lingue. Gli è stato conferito il Gran Premio svizzero di letteratura.

Un brano del libro
«E in questo giorno luminoso non vorrei dimenticare
il bambino senza sorriso che voleva nuotare
una volta, almeno una volta, nel dolceazzurro della piscina»

Alberto Nessi, Un sabato senza dolore, con una nota di Fabio Pusterla
Interlinea, pp. 120, euro 12, isbn 978-88-6857-109-2

A “Leggermente” un piccolo classico dei libri sui libri

16 marzo 2017 alle 10:17 | Pubblicato su Classici, Editoria, Interlinea, Narrativa | Lascia un commento

A “Leggermente” un piccolo classico dei libri sui libri:
il bibliofilo Andrea Kerbaker presenta Diecimila

La nuova edizione dell’Autobiografia di un libro sarà al Festival di Lecco il 20 marzo alle 18 al Palazzo del Commercio

Diecimila. Autobiografia di un libro è un piccolo classico dei libri sui libri, scritto dal bibliofilo Andrea Kerbaker, amato da numerosi lettori e tradotto in molte lingue, dal coreano al giapponese. Il volume, nella nuova edizione di Interlinea, sarà presentata dall’autore e Giorgio Marchini a Lecco il 20 marzo 2017, alle ore 18 presso il Palazzo del Commercio (piazza Garibaldi 4). L’evento, a ingresso libero, fa parte del festival “Leggermente”.

Kerbaker, Diecimila 180

Se ogni volta che passate davanti a un oggetto vi domandate quali sono i suoi pensieri, i suoi sentimenti, magari che cosa pensa di voi, questo racconto è stato scritto a vostro uso e consumo. Protagonista è un libro che parla in prima persona. Questo libro è un romanzo degli anni trenta che ha avuto molti proprietari, diversissimi tra loro, e da qualche tempo sta in uno scaffale di una libreria dell’usato ad aspettare il prossimo acquirente. Una vicenda già vissuta dal libro ma questa volta c’è una minaccia in più: il libraio ha detto a voce alta che dopo qualche settimana i libri invenduti verranno mandati al macero. Così, temendo di essere prossimo alla fine, il libro racconta la sua affascinante storia lunga quasi un secolo, nel tentativo di catturare l’attenzione dei clienti, lettori come chi sta leggendo queste righe…

 

Andrea Kerbaker, milanese, esperto di comunicazione aziendale e organizzazione culturale, oltre che bibliofilo, è autore di libri tra cui una Breve storia del libro (a modo mio) (Ponte alle Grazie, 2014) e cura il programma della Kasa dei Libri a Milano. Insegna Istituzioni e politiche culturali all’Università Cattolica e collabora con il “Corriere della Sera” e con il supplemento domenicale del “Sole 24 Ore”. Per Interlinea ha curato Alle radici dell’Alfa Romeo di Nicola Romeo

Andrea Kerbaker, Diecimila. Autobiografia di un libro
Interlinea, pp. 80, euro 12, isbn 978-88-6857-119-1

Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

Quando l’Alzheimer ispira gli scrittori

8 marzo 2017 alle 10:08 | Pubblicato su Interlinea, Poesia | Lascia un commento

Quando l’Alzheimer ispira gli scrittori:
un’antologia della poetessa lombarda Grisoni

Presentazione e reading della nuova raccolta Alzheimer d’amore lunedì 27 febbraio in Università Cattolica a Brescia

Davide Rondoni, Valerio Magrelli, Roberta Dapunt, Vivian Lamarque sono alcuni dei poeti i cui versi sul tema dell’Alzheimer sono stati raccolti e commentati da Franca Grisoni in Alzheimer d’amore. Poesie e riflessioni su una malattia (Interlinea). Il libro sarà presentato per la prima volta venerdì 27 febbraio 2017 alle 18 presso la Libreria dell’Università Cattolica di Brescia, via Trieste 17/d, dall’autrice con introduzione di Renzo Rozzini di Fondazione Poliambulanza – Istituto Ospedaliero Università Cattolica del Sacro Cuore. All’incontro interverranno Giacomo Canobbio, delegato per la Cultura della Diocesi di Brescia, Irene Favatella di Fondazione Ambulanza e Marco Trabucchi direttore scientifico del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia. L’ingresso è libero.

Franca Grisoni pubblica per la prima volta un’antologia di poesie che hanno come denominatore comune la malattia di Alzheimer e che sono dedicate ai genitori o ai familiari o ispirate dal dolore e dalle difficoltà di questa patologia. Quando apparentemente non si hanno più parole, la poesia ha parole adatte e sufficienti, è uno strumento profondo, che può trasmettere contenuti altrimenti difficili da comunicare, perché è universale, come la malattia. Le poesie di questo libro sono accompagnate dai commenti di Franca Grisoni, con cui condividiamo le modalità di lettura della sofferenza, un’altissima sensibilità e una capacità interpretativa dell’umano, particolarmente utili per comprendere i percorsi del dolore, scoprendo un «Alzheimer d’amore».

 Leggi un estratto (con sommario)

Guarda il video su YouTube

 Grisoni, Alzheimer d'amore 180

Franca Grisoni è nata a Sirmione, dove vive. In collaborazione con istituzioni pubbliche e private organizza corsi biblici ed eventi culturali. Collabora con il “Giornale di Brescia”, “Paragone Letteratura”, “Città & Dintorni” e “Psicogeriatria”. Scrive nel dialetto di Sirmione. Ha pubblicato: La böba, prefazione di Pietro Gibellini, San Marco dei Giustiniani, Genova 1986 (Premio Bagutta opera prima); El so che te se te, Pananti, Firenze 1987 (Premio Empoli); L’oter, prefazione di Franco Brevini, Einaudi, Torino 1988; Ura, Pegaso, Forte dei Marmi 1993; De chi. Poesie della penisola di Sirmione, Scheiwiller, Milano 1997 (Premio Viareggio); La giardiniera, L’Obliquo, Brescia 2001; L’ala, prefazione di Giovanni Tesio, Liboà, Torino 2005 (Premio Biagio Marin); Passiù, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, L’Obliquo, Brescia 2008; Poesie, a cura di Paola Carmignani, prefazione di Pietro Gibellini, Morcelliana, Brescia 2009 (Premio Salvo Basso, Premio Tirinnanzi); Compagn, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, Morcelliana, Brescia 2012 (Premio Nazionale Ponte di Legno Poesia); Medea, con una nota di Franco Brevini, Fondazione Etica-L’Obliquo, Brescia 2012; L’ös / L’uscio, prefazione di Marco Trabucchi, L’Obliquo, Brescia 2013; Croce d’amore / Crus d’amur. Passione in versi ispirata dai capolavori del Romanino, prefazione di Giuseppe Langella, nota di Fabio Larovere, Interlinea, Novara 2016. E inoltre: Appunti sul far critica di Cesare Garboli, Pananti, Firenze 1992; Nel tempo di Mattioli, con uno scritto di Cesare Garboli, L’Obliquo, Brescia 2005.

Un brano del libro
«Mi dice un amico, è inutile
che tu insista e ti logori,
lei non capisce.
Ma noi
poco di più, perché
guardando i suoi occhi sbiaditi,
capisco che il grande mistero,
non è soltanto Dio»

Franca Grisoni, Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia
con una nota di Marco Trabucchi
Interlinea, pp. 232, euro 14, isbn 978-88-6857-108-5

 Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

Carla Riccardi. Sottoscrizione e tabula gratulatoria

6 marzo 2017 alle 18:29 | Pubblicato su Classici, Editoria, Interlinea, Letteratura, Saggistica, scrittori | Commenti disabilitati su Carla Riccardi. Sottoscrizione e tabula gratulatoria

 image002

Invito alla sottoscrizione con tabula gratulatoria per il volume di
CARLA RICCARDI
Milano-Europa. Sette capitoli sull’Ottocento tra letteratura e storia
uscita prevista giugno 2017

In occasione del settantesimo compleanno di Carla Riccardi
si pubblicano qui sette saggi editi nell’ultimo decennio
e mai raccolti in volume.
È prevista una tabula gratulatoria.

 image002

 indice del volume
1.Un grande intreccio teorico: la Lettre à M. Chauvet
2.Musica, politica, arte e scienza: Sand, Mazzini, Liszt nella spirale risorgimentale romantica
3. Pensiero politico, teorie letterarie e narrativa tra Risorgimento e Unità
4. Una rivoluzione tra realismo e feuilleton: La Scapigliatura e il 6 febbraio
5. Verga per le strade di Milano
6. Una nuova “ora topica” per Carlo Dossi
7. Una capitale della cultura: Milano 1881
Indice dei nomi
Tabula gratulatoria

 –   –    –   –  ” –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –   –   –    –

Modulo di prenotazione del libro
(modulo scaricabile)
Carla Riccardi,
Milano-Europa. Sette capitoli sull’Ottocento tra letteratura e storia

Il sottoscritto…………………………….………………………….………………………
Indirizzo………………………………………………………………………………..
CAP e Località………….……………………………………………………………..
Telefono………………………………………………………………………………..
E-mail: ……………………….………………………………………………………..
Codice fiscale/p.iva…………………………………………………………….
prenota n. … copia/e del volume al prezzo scontato in prenotazione di EURO 20 CAD., spese di spedizione comprese (eccetto contrassegno), con la modalità:

* in contanti allegato al presente modulo
* con assegno intestato a Interlinea srl edizioni, allegato al presente modulo
* al ricevimento del libro, in contrassegno (+ euro 5 di spese di contrassegno)
* con versamento anticipato su C/C postale n. 10991289 intestato a Interlinea srl
* con carta di credito Visa o Mastercard (non prepagata) indicando data di scadenza della carta, numero della carta di 16 cifre, numero di controllo di 3 cifre (CVV) e intestatario della carta
* con bonifico bancario prendendo contatti con l’ufficio vendite tel. 0321 1992282, e-mail: ordini@interlinea.com
In caso di intestazione diversa e c.f./p.iva si prega indicare i dati fiscali: …………………….…………………………..

Chiede che nella Tabula gratulatoria compaia il proprio nominativo secondo quanto indicato qui di seguito:

Nominativo da stampare………………………………………………………..…. Località/Ente:……………………………………..

Inviare a: ordini@interlinea.com,
altrimenti via posta ordinaria a: Interlinea, via Mattei 21, 28100 Novara
tel. 0321 1992282, fax 0321 612636
ENTRO IL 30 APRILE 2017

A Firenze la storia di Burckhardt scopritore di Petra

17 febbraio 2017 alle 09:56 | Pubblicato su Arte, Interlinea, Storia, Svizzera | Lascia un commento

14


Un viaggio nell’Oriente misterioso del XIX secolo:
a Firenze la storia di Burckhardt scopritore di Petra

 Presentazione del diario di viaggio ritrovato da Silvana Lattmann e pubblicato da Interlinea venerdì 17 febbraio

 «Il cielo stellato mi porta spesso via dal cerchio; vagando da solo attorno al bivacco, lascio correre i miei pensieri e cerco la stella dell’Occidente, dove si trova la casa dei miei cari genitori. Viaggiare così ha il suo fascino; l’uomo può trovare felicità anche nel silenzio del deserto»: sono parole di Sheik Ibrahim, alias Johann Ludwig Burckhardt, cittadino svizzero ed esploratore del Medio Oriente le cui memorie sono raccolte da Silvana Lattmann nel libro Vita e viaggi di J.L. Burckhardt. Un incontro con l’Islam dell’Ottocento, con illustrazioni d’epoca. Il volume, pubblicato da Interlinea, sarà presentato a Firenze venerdì 17 febbraio 2017 alle ore 20,30 presso l’Associazione Culturale L’Appartamento (via dei Giraldi 11) dall’autrice con introduzione di Lorenzo Bastida. L’ingresso è libero.

Il 18 ottobre 1817 muore al Cairo Johann Ludwig Burckhardt, cittadino svizzero, nato nel 1784. Assistono al rito funebre europei, arabi, turchi, cristiani e musulmani. Con il nome di Sheik Ibrahim, vestito da arabo e con perfetta conoscenza della lingua del paese, egli ha esplorato Siria, Giordania, Egitto, Nubia, Arabia, portando alla luce antichità millenarie, fra cui la città di Petra e il tempio di Abu Simbel. Il volume, basandosi su lettere e scritti di Burckhardt, e con immagini d’epoca, ripercorre la vita, le difficoltà e i successi di questo giovane, mettendo sotto i nostri occhi un mondo di duecento anni fa ancora ricco di fascino. La ricostruzione di Silvana Lattmann ha il sapore dei racconti d’avventura, resa con precisione storica e vivacità narrativa.

Leggi un estratto (link)

Silvana Abruzzese Lattmann, originaria di Napoli, dal 1954 è cittadina svizzera e abita a Zurigo. Tra le sue opere letterarie ricordiamo: Quindici poesie, in Almanacco dello specchio, a cura di Marco Forti, Mondadori, Milano 1978; Le storie di Ariano, Vallecchi, Firenze 1980; Fessura, Casagrande, Bellinzona 1985; Deianira, ivi, 1997; Malâkut, All’insegna del Pesce d’Oro, Milano 1996; Incontri, testo italiano e inglese con tavole di Alina Kalczyn´ska, Libri Scheiwiller, Milano 1998; Da solstizio a equinozio. Diario amoroso, con una nota di Maria Antonietta Grignani, Interlinea, Novara 2001; Incustodite distanze. Diario poetico, ivi 2008; Brungasse 8, ivi 2011. Ha pubblicato articoli e poesie su riviste italiane e svizzere.

Silvana Lattmann, Vita e viaggi di J.L. Burckhardt. Un incontro con l’Islam dell’Ottocento
con illustrazioni d’epoca
Interlinea, pp. 108, euro 14, isbn 978-88-6857-096-5

www.interlinea.com
ufficiostampa@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni –
Twitter: @Interlinea_Ed
0321 1992282

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.