Dall’Amazzonia a Roma con la candidata Nobel Márcia Theóphilo

17 febbraio 2016 alle 13:25 | Pubblicato su Interlinea, Poesia | Lascia un commento

Dall’Amazzonia a Roma con la candidata Nobel Márcia Theóphilo
La poetessa testimonial UNESCO e WWF presenta il suo ultimo libro

 L’autrice brasiliana presenta Nel nido dell’Amazzonia (Interlinea) sabato 20 febbraio alle 18 in Sala Margana

 Sabato 20 febbraio 2016 a Roma risuonano le voci dell’Amazzonia. Alle ore 18 in Sala Margana, piazza Margana 41, la poetessa candidata al Nobel Márcia Theóphilo presenta il suo libro di poesie Nel nido dell’Amazzonia (Interlinea) con Eugenio Marino, Antonio Canu e Fulco Pratesi. Il volume, con testo portoghese a fronte, è introdotto da una nota di Walter Pedullà.

            Nel testo di Márcia Theóphilo ci sono voci che lei trascrive ispirata o che traduce da un linguaggio (musica di tamburi e flauti, suoni della natura affidati alle onomatopee) cui bisogna trovare parole che vanno oltre il semplice significato. Per aderire allo spirito del luogo non basta la ragione, che tuttavia non è esclusa dal racconto. Márcia ci ha messo tutta l’anima – e magari anche la psicanalisi – in questi versi in cui la cultura più sofisticata si fa natura “primordiale”: quello che siamo diventati senza mai smettere di essere “selvaggi”: nel senso del “pensiero selvaggio” di Claude Lévi Strauss. Per convincerci più profondamente, coinvolgendoci come esseri capaci di scovare e intendere il nostro più remoto passato, l’autrice usa non una lingua – il suo portoghese di nascita – bensì due, cioè anche l’italiano, lingua di ormai antica elezione. Márcia scrive per ricordare agli uomini quello che hanno dimenticato, dal rumore della pioggia al resto.

            Márcia Theóphilo, poetessa e antropologa, è nata a Fortaleza in Brasile a attualmente rappresenta l’Unione Brasiliana di Scrittori in Italia. Ha pubblicato numerosi libri tradotti in varie lingue e presentati dai maggiori poeti come Rafael Alberti e Mario Luzi. È stata ospite all’Expo Rio de Janeiro2011, con il libro Ama+Zonia, e all’Expo Milano 2015. Fra i numerosi premi ricevuti vanno ricordati almeno: Nactional deContos Editoria 1969; Fregene per la Poesia 1996; Prixinternational E.I.P. Jacques Muhlethaler 2005 per la poesia; Green Book 2010; LericiPea 2011 alla carriera; Montale Fuori porta-Sarzana 2012; Premio alla carriera del Festival internazionale di Poesia civile di Vercelli con il patrocinio di Expo 2015 di Milano.

            È testimonial dell’iniziativa “Per una Cultura della Biodiversità”, promossa dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO nell’ambito della campagna di educazione allo sviluppo sostenibile (DESS). Ha ricevuto da Fulco Pratesi il “Panda” come testimonial biodiversità del WWF Italia ed è stata candidata nel 2015 al premio Nobel.

«Fiore, tu illumini i miei rami
ai primi ritmi del mattino
canto d’uccelli e di grilli
lontani tamburi – poi cadi e muori
per dare vita al frutto»

(Márcia Theóphilo, in Nel nido dell’Amazzonia, Interlinea 2015)

Márcia Theóphilo, Nel nido dell’Amazzonia, con testo portoghese a fronte, nota di Walter Pedullà
Interlinea, pp. 116, euro 12, isbn 978-88-6857-069-9

TrackBack URI

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: