Quel riso che piaceva a Leopardi

23 luglio 2014 alle 16:28 | Pubblicato su Classici, Interlinea, Letteratura, Novara | Lascia un commento

“Letture in piazzetta” tra coltivazione e cucina

Mercoledì 30 luglio alle ore 21,15 davanti all’Archivio di Stato l’ultimo appuntamento delle “Letture in piazzetta” dell’Estate Novarese dedicato all’eccellenza della cucina locale: protagonista La coltivazione del riso del 1758, un capolavoro amato da poeta di Recanati. Interviene l’avv. Tuccillo dell’Accademia della Cucina.


e “Letture in piazzetta”, che nelle scorse settimane hanno ospitato per l’Estate Novarese del Comune Benito Mazzi e Mario Giarda autori dei volumi Il falsario sognatore e Guido Cantelli. Il direttore d’orchestra entrato nel mito, dedicano l’ultimo incontro alla cucina del territorio e all’eccellenza dell’editoria. Mercoledì 30 luglio alle 21,15 nella suggestiva e accogliente piazzetta dell’Archivio di Stato, in corso Cavallotti, sarà infatti presentato il libro La coltivazione del riso di Gian Battista Spolverini (Interlinea edizioni), capolavoro dell’editoria del Settecento, ristampa anastatica dell’edizione di Verona del 1758. All’incontro sarà presente Mario Tuccillo dell’Accademia Italiana della Cucina, fondata a Milano nel 1953 allo scopo di salvaguardare, insieme alle tradizioni della cucina italiana, la cultura della civiltà della tavola, espressione viva e attiva dell’intero Paese. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Hostaria I 2 Ladroni che offre per l’occasione speciali degustazioni a tema (per prenotazioni: 0321 624581).

Spolverini, La coltivazione 180

Pubblicato nel 1758 in leganti caratteri mobili, La coltivazione del riso presenta bellissime incisioni e oltre quattromila versi sciolti. Questo poema illustrato fu molto ammirato nei decenni e nei secoli tanto da essere considerato tra i più belli della poesia didascalica di ogni tempo: basti pensare che Leopardi lo stimò e riservò alla Coltivazione del riso ampio spazio nella sua Crestomazia. L’opera è apprezzata, oltre che per i pregi letterari e didascalici, anche per le incisioni che la completano e che ne fanno il più bel libro illustrato veronese della seconda metà del XVIII secolo. I rami sono incisi all’acquaforte da Domenico Cunego su disegno di Francesco Lorenzi, una coppia artista-incisore che risulta particolarmente felice in questa prova. Infatti nelle vignette poste all’inizio o in fine ai canti è illustrata la vita delle risaie, interpretando con puntualità i versi di Spolverini e offrendo, con leggerezza barocca, spaccati di realismo.

 Gian Battista Spolverini, La coltivazione del riso 1758
ristampa anastatica dell’edizione di Verona 1758, con le incisioni originali, Interlinea, pp. 212, euro 20, Collana “Le colonne”, isbn 978-88-86121-89-7

 Ufficio stampa Interlinea, via Pietro Micca 24, 28100 Novara, telefono 0321 612571, fax 0321 612636, ufficiostampa@interlinea.com
http://www.interlinea.com

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: