Viaggio in Italia tra futurismo, storia, arte e filosofia

15 dicembre 2011 alle 13:22 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento

Alfonso Gatto, Viaggio per l’Italia all’insegna dell’“Unità”, a cura di Roberto Vetrugno, presentazione di Maria Antonietta Grignani, pp. 128, euro 15: a conclusione dei 150 anni dell’Unità d’Italia sono qui raccolti gli articoli, inediti in volume, che il poeta Alfonso Gatto scrisse in occasione di un viaggio svolto nel1949 in varie regioni del nord per conto del quotidiano “l’Unità”.

Shades of Futurism. Futurismo in ombra, a cura di Pietro Frassica, pp. 360, euro 25: oltre a cogliere la portata rivoluzionaria che l’azione del Futurismo ha avuto in un’Italia ancora avvolta nei primi anni del Novecento dai retaggi di una cultura tardoromantica, il volume approfondisce ruoli, funzioni, echi e contraddizioni maturati anche in altri Paesi.

Microprovincia 49, 2011. La parola e le storie in Sebastiano Vassalli. Omaggio per i settant’anni dello scrittore, pp. 224, euro 25: interventi di Giorgio Bárberi Squarotti, Luminitza Beiu-Paladi, Pierfranco Bruni, Roberto Cicala, Franco Cordelli, Carlo Fini, Angelo Gaccione, Giovanna Ioli, Andrea Kerbaker, VelaniaLa Mendola, Giuseppe Lupo, Dante Maffìa, Federico Mazzocchi, Cristina Nesi, Fulvio Papi, Ercole Pelizzone, Tiziano Salari, Alberto Sinigaglia, Veronika Strehlke, Giovanni Tesio, Meriel Tulante.

Sebastiano Vassalli, Terra d’acque. Novara, la pianura, il riso, nuova edizione accresciuta, presentazione di Roberto Cicala, pp. 176, euro 18: uno scrittore racconta se stesso e i luoghi a lui più cari. Le sue storie ripercorrono momenti significativi della storia, dal Seicento della Chimera e della caccia alle streghe, all’Ottocento risorgimentale, fino a tempi a noi più vicini, con un ricordo personale del 25 aprile 1945.

Carlo Sini, L’arte, le api e Darwin. Conversazioni, a cura di Sergio Fava, pp. 176, euro 12: tre luoghi dell’origine per comprendere la natura umana e con essa molti aspetti della nostra attualità: così si potrebbe riassumere l’intento che accomuna i percorsi di questa serie di lezioni. Il primo luogo è l’arte, intesa ben prima e ben al di là della sua considerazione estetica, e indagata invece come soglia antropologica decisiva e come istanza “metafisica” (diceva Nietzsche) dell’umano.

Maria Luisa Spaziani, Giovanna d’Arco. Romanzo popolare in sei canti in ottave e un epilogo, con un testo di Gesualdo Bufalino, pp. 112, euro 12:la Musa di Montale, ma ancor più poetessa in proprio, tanto apprezzata dal premio Nobel e dall’intera critica contemporanea, attraverso la vicenda esemplare della pulzella d’Orleans ci suggerisce che «forse un angelo parla a tutti, eppure / in quel supremo momento pochi ascoltano».

Pasko Simone, Piantate tutto. Poesie (2008-2011) seguite da Trittico apocalittico (2010), pp. 80, euro 12: Pasko Simone (Dubrovnik 1943), studioso di lingue moderne, si dedica da diversi anni alla traduzione letteraria e poetica. Col titolo La vita è come un dente ha curato la pubblicazione di una raccolta di poesie e prose di Boris Vian (Stampa Alternativa, Roma 1999) e tradotto due raccolte poetiche di René Char (in Poesie, Edizioni Palomar, Bari 1999). Di suo ha pubblicato poesie, racconti e articoli di argomento letterario e sociologico, nonché un saggio di critica comparata sulla poesia di Mallarmé e l’arte di Van Gogh.

Benito Mazzi, La ragazza che aveva paura del temporale, presentazione di Giuliana Sgrena, pp. 160, euro 18: l’avventurosa e quasi leggendaria storia di Antonietta (Neta), bella come Liz Taylor, e Franco detto “Ranca”, sfrusìn e partigiano dell’ottava Matteotti, madre e padre di Giuliana Sgrena. Alle loro vite e a quelle delle loro famiglie si intrecciano la piccola storia della val d’Ossola: un romanzo che è una testimonianza preziosa di un popolo e di una valle di confine.

Telai divini. Arte e moda nelle terre delle colline novaresi e del Sesia, a cura di Francesco Gonzales, presentazione di Filippo Maria Ferro, pp. 144, euro 18: la pubblicazione Telai divini è uno dei frutti del piano di valorizzazione territoriale Riso di Vino e d’Acque. Le Terre delle Colline Novaresi e del Sesia che promuove le ricchezze di ventiquattro Comuni che si trovano tra la fascia fluviale del Sesia e dell’Agogna, per una fattiva conoscenza integrata del patrimonio culturale.

La collezione egizia. Museo Camillo Leone Vercelli, a cura di Sabina Malgora, presentazione di Mariella Gallo Ferraris, pp. 88, euro 25: il catalogo della collezione egizia si inserisce nel progetto di valorizzazione del Museo Leone di Vercelli. L’eclettismo della raccolta, che vede accanto a collezioni strettamente connesse con la storia vercellese, primario interesse di Leone, anche raccolte di diversa provenienza territoriale, deriva dal concetto di opera d’arte come strumento di conoscenza e di istruzione e dalla condivisione con l’ambiente colto torinese dei principi di conservazione e tutela.

SCOPRI LE NOSTRE NOVITÀ
DI NATALE: CLICCA QUI
 

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: