Laboratori non-stop a Tempo di Libri con le Rane di Interlinea

14 aprile 2017 alle 15:01 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento

Com_Interlinea-Rane-001 - Copia

Laboratori non-stop a Tempo di Libri con le Rane di Interlinea:
allo stand giochi e incontri con Piumini, Lavatelli, Orecchia, Ferrara…

 Una gigantesca rana di gommapiuma accoglierà i piccoli lettori con attività, _Programma laboratori Rane Fiera Milano 2017dediche illustrate e letture ogni giorno. Tra le novità: storie della buonanotte, giochi con materiali di riciclo e un leone Felice.

“Le rane” di Interlinea aspettano i giovani lettori a “Tempo di Libri” (19-23 aprile 2017) con una serie di incontri e laboratori durante tutte le giornate della prima edizione della fiera dell’editoria italiana. I più apprezzati autori e illustratori della casa editrice si daranno il cambio allo stand D14-E13 del padiglione 4 per presentare le ultime pubblicazioni, conoscere i loro giovani lettori, fare dediche e laboratori, accolti da una grande rana di gommapiuma.

Si inizia dal primo giorno di apertura delle fiera, mercoledì 19 aprile, con Nino Ferrara che sarà a disposizione dei lettori con un laboratorio su Diritti al cuore (ore 11-12,30), mentre il pomeriggio (14-16) sarà occupato da Valentina Magnaschi con Giovannino Pestacacca e Giulia Orecchia illustratrice di Bimbambel (16-18).

Giovedì 20 aprile, dalle 14 alle 18, allo stand ci sarà Andrea Astuto, illustratore di La frittata e Storie da mangiare (con replica domenica dalle 16 alle 18), mentre alle 14,30 allo spazio Papyrus si terrà un grande laboratorio organizzato in collaborazione con la cartiera Favini e dedicato a Così per gioco. Costruiamo assieme i nostri giocattoli con materiali di riciclo di Elve Fortis De Hieronymis, per bambini da 7 a 10 anni, che sarà ripetuto allo stand delle Rane il giorno seguente dalle ore 14 alle 18. Venerdì 21 è la giornata del grande cantastorie Roberto Piumini, pronto per incontrare i bambini e scrivere dediche alle ore 10, seguito da un laboratorio su L’acqua di Bumba.

Nel fine settimana saranno protagonisti i libri di Anna Lavatelli, realizzando simpatiche creazioni a partire dalla storia di Il leone Felice (sabato dalle 10 alle 18) e domenica, assieme all’autrice, creando nuove versioni della Gioconda di Il giallo del sorriso scomparso (dalle 14 alle 16).

Con questa serie di incontri le “Rane” di Interlinea festeggiano il traguardo dei 25 anni di libri della casa editrice, che saranno celebrati domenica 23 aprile alle 17,30 al caffè letterario Garamond, con gli editori Roberto Cicala e carlo Robiglio e alcuni degli autori più noti (Alberto Casiraghy, Gian Luca Favetto, Andrea Kerbaker, Giuseppe Langella, Anna Lavatelli e Laura Pariani) presentati da Giovanni Cerutti e con musiche di Lorenzo Monguzzi.

INVITO IN PDF

Anna Lavatelli, Bimbambel
illustrazioni di Giulia Orecchia
«Che storia vuoi?», chiede il papà. «Bimbambel» è sempre la risposta prima di fare la nanna. È una storia della buona notte che si trasforma, come un caleidoscopio, in tante storie, in una serie di avventure tra fantasia, sogno e magia. Ecco come acchiappare i fulmini; ecco una partita di calcio tra trichechi e merluzzi con la luna piena come pallone; ecco una torta gigantesca cucinata sulla bocca di un vulcano… «Un ritmo narrativo indiavolato, preciso, ritmato, conciso: avventure fantastiche che ricordano le follie del Barone di Munchausen» (Roberto Denti). pp. 40, euro 12, isbn 978-88-6699-062-8. CON ANIMA DIGITALE

 Elve Fortis De Hieronymis, Così per gioco, nuova edizione con inserti a colori. illustrazioni dell’autrice
Così per gioco… si possono fare tanti giochi e lavoretti in casa e a scuola, quando si è stanchi di studiare, di leggere o di guardare la tv, quando fuori piove e al chiuso ci si annoia. Utilizzando carta, cartone, stagnola, vassoietti di cartoncino o polistirolo… Un libro da leggere e usare, una guida illustrata e pratica con tante idee per i bambini ma anche per gli adulti (mamme, papà, insegnanti). pp. 176, euro 12, isbn 978-88-6699-018-5
Contenuti speciali: VIDEO

Louise Fatio, Il leone Felice
illustrazioni di Roger Duvoisin
La storia di un leone di un piccolo zoo francese che è un beniamino di tutti i cittadini, che ogni giorno lo salutano: “Bonjour, Leone Felice.” Un giorno il leone trova la porta della sua gabbia aperta e decide di far visita a tutti i suoi amici. Ma perché mai tutti fuggono in preda al terrore? Un classico internazionale per la prima volta in Italia. pp. 32, euro 12, isbn 978-88-6699-111-3

 

TUTTI GLI EVENTI A “TEMPO DI LIBRI”

Mercoledì 19 aprile, 11-12,30, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Nino Ferrara incontra piccoli e grandi lettori

L’autore sarà a disposizione dei suoi lettori, bambini e adulti, presso lo stand Interlinea
per autografi, disegni e un laboratorio artistico a partire da Diritti al cuore

Mercoledì 19 aprile, 14-16, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Incontro-laboratorio con Valentina Magnaschi
L’autrice e illustratrice di Giovannino Pestacacca sarà a disposizione presso lo stand di Interlinea
per autografi, dediche illustrate e un simpatico laboratorio… sulla cacca!

Mercoledì 19 aprile, 16-18, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Incontro con Giulia Orecchia
Giulia Orecchia incontra i suoi piccoli lettori presso lo stand di Interlinea
realizzando dediche per la nuova edizione di Bimbambel  e disegni su commissione.
Per tutti coloro che sono pronti a giocare con la fantasia.

Giovedì 20 aprile, 14-18, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Incontro-laboratorio con Andrea Astuto
Dediche illustrate e laboratorio per tutti i bambini che passeranno allo stand
con l’illustratore di La frittata e Storie da mangiare: creiamo insieme delle
figurine fantasiose!

Giovedì 20 aprile, 14,30, Laboratorio Papyrys, Pad 4
Così per gioco
. Costruiamo i nostri giocattoli da materiali di riciclo
A partire dal libro Così per gioco. Costruiamo insieme i nostri giocattoli con
materiali di riciclo
(Le rane Interlinea) di Elve Fortis De Hieronymis (nuova edizione con tavole a colori 2017). Laboratorio artistico-creativo in cui scopriamo cosa si può fare con una striscia di carta, due strisce di carta, un foglio.
Con Beatrice Dellavalle. Fascia 7-10 anni
Evento in collaborazione con Favini

Venerdì 21 aprile, 10, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Spazio dediche con Roberto Piumini
Roberto Piumini sarà a disposizione allo stand Interlinea per dediche libri.
Laboratorio da L’acqua di Bumba
Creiamo la nuvola di Bumba con cotone, tempera e tanta fantasia.

Venerdì 21 aprile, 14-18, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Giochiamo con la carta

Una giornata dedicata alla carta delle alghe e alla cartiera Favini:
con laboratori allo stand tratti da Così per gioco di Elve Fortis de Hieronymis.
In collaborazione con Favini

Sabato 22 aprile, 10-18, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Alla scoperta del leone Felice e della gommapiuma

Una giornata di laboratori per bambini allo stand dedicata alla nuova uscita Il leone Felice, una storia sull’amicizia tradotta da Anna Lavatelli. Costruiremo segnalibri personalizzati, una testa di leone da un piatto di plastica e molto altro…
Ed inoltre un inedito laboratorio per modellare la gommapiuma.

 Domenica 23 aprile, 14-16, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Incontro-laboratorio con Anna Lavatelli

Anna Lavatelli sarà disponibile allo stand per dediche e un laboratorio artistico
dedicato alla Gioconda a partire da Il giallo del sorriso scomparso

 Domenica 23 aprile, 16-18, stand Interlinea (D14-E13, Pad. 4)
Incontro-laboratorio con Andrea Astuto

Dediche illustrate e laboratorio per tutti i bambini che passeranno allo stand
con l’illustratore di La frittata e Storie da mangiare:
creiamo insieme delle marionette di cartoncino.

 Domenica 23 aprile, 17,30, Caffè Garamond, Pad 4
Interlinea: parole e musica per 25 anni di libri

Saluto di Roberto Cicala e Carlo Robiglio, editori
Musica e canzoni di Lorenzo Monguzzi
Interventi e letture di Alberto Casiraghy, Gian Luca Favetto, Andrea Kerbaker,
Giuseppe Langella, Anna Lavatelli e Laura Pariani
presenta Giovanni Cerutti
Con distribuzione del catalogo 2017
e rinfresco finale allo stand

Ufficio stampa Interlinea
tel. 03211992282
www.interlinea.comufficiostampa@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni
Twitter: @Interlinea_Ed

 

 

Interlinea raggiunge 25 anni e 1200 libri

14 aprile 2017 alle 14:53 | Pubblicato su Editoria, Interlinea, Tempo di Libri | Lascia un commento

Interlinea raggiunge 25 anni e 1200 libri
con festa di parole e musica domenica 23 in fiera

Da Casiraghy a Kerbaker, dalla Pariani alla Lavatelli, da Piumini a Ferrara
gli autori della casa editrice di Novara nella festa a Tempo di Libri con novità su amore per i libri, Alzheimer, giochi di riciclo e un incontro con l’Islam allo stand D14-E13

La casa editrice Interlinea festeggia il traguardo di 25 anni e 1200 pubblicazioni a Milano alla fiera dell’editoria italiana “Tempo di Libri” dal 19 al 23 aprile 2017 allo stand D14-E13 (Pad. 4) e durante l’incontro con musica e letture Interlinea: parole e musica per 25 anni di libri domenica 23 aprile, alle 17,30 al caffè letterario Garamond, con la partecipazione degli editori Roberto Cicala e Carlo Robiglio e gli autori Alberto Casiraghy, Gian Luca Favetto, Andrea Kerbaker, Giuseppe Langella, Anna Lavatelli e Laura Pariani, con presentazione di Giovanni Cerutti, musiche di Lorenzo Monguzzi, rinfresco finale allo stand e distribuzione del catalogo 2017.

Fra le novità disponibili allo stand della casa editrice ci saranno Diecimila. Autobiografia di un libro, libro sui libri scritto dal bibliofilo Andrea Kerbaker; Il viaggio della parola di Gian Luca Favetto, poeta e giornalista; la raccolta Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia scelte e commentate da Franca Grisoni; il diario ritrovato dello scopritore di Petra Vita e viaggi di J.L. Burckhardt. Un incontro con l’Islam dell’Ottocento di Silvana Lattmann e il saggio provocatorio del filosofo Pietro Prini Lo scisma sommerso. Il messaggio cristiano, la società moderna e la Chiesa.

Un occhio di riguardo è riservato ai piccoli lettori, che sono invitati giovedì 20 aprile alle 14,30 allo spazio Papyrus per un laboratorio basato sul libro Così per gioco. Costruiamo i nostri giocattoli con materiali di riciclo di Elve Fortis De Hieronymis, pioniera di Art Attack, e che ogni pomeriggio troveranno ad aspettarli allo stand autori come Roberto Piumini, Anna Lavatelli, Giulia Orecchia, Antonio Ferrara e Andrea Astuto.

Interlinea ospita, allo stand C14-E13, Edizioni Santa Caterina e CEF Publishing.

INVITO IN PDF

Domenica 23 aprile, 17,30, Caffè Garamond, Pad.  4
Interlinea: parole e musica per 25 anni di libri

Saluto di Roberto Cicala e Carlo Robiglio, editori
Musica e canzoni di Lorenzo Monguzzi
Interventi e letture di Alberto Casiraghy, Gian Luca Favetto, Andrea Kerbaker,
Giuseppe Langella, Anna Lavatelli e Laura Pariani
presenta Giovanni Cerutti

Con distribuzione del catalogo 2017
e rinfresco finale allo stand

Ufficio stampa Interlinea
tel. 03211992282
www.interlinea.comufficiostampa@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni
Twitter: @Interlinea_Ed

A Novara l’antologia della poetessa Grisoni

5 aprile 2017 alle 10:35 | Pubblicato su Interlinea, Novara, Poesia, scrittori | Lascia un commento

Quando l’Alzheimer ispira gli scrittori:
a Novara l’antologia della poetessa Grisoni

Presentazione della nuova raccolta Alzheimer d’amore lunedì 10 aprile alle 18 al Circolo dei Lettori con A.M.A. Novara Onlus

Davide Rondoni, Valerio Magrelli, Roberta Dapunt, Vivian Lamarque sono alcuni dei poeti i cui versi sul tema dell’Alzheimer sono stati raccolti e commentati da Franca Grisoni in Alzheimer d’amore. Poesie e riflessioni su una malattia (Interlinea), con una nota di Marco Trabucchi. Il libro sarà presentato a Novara lunedì 10 aprile 2017 alle ore 18 presso il Circolo dei Lettori (Broletto) dall’autrice con Aldo Biolcati e Maria Bocca di A.M.A. Novara Onlus – Associazione Malati di Alzheimer. Ingresso libero.

Franca Grisoni pubblica per la prima volta un’antologia di poesie che hanno come denominatore comune la malattia di Alzheimer e che sono dedicate ai genitori o ai familiari o ispirate dal dolore e dalle difficoltà di questa patologia. Quando apparentemente non si hanno più parole, la poesia ha parole adatte e sufficienti, è uno strumento profondo, che può trasmettere contenuti altrimenti difficili da comunicare, perché è universale, come la malattia. Le poesie di questo libro sono accompagnate dai commenti di Franca Grisoni, con cui condividiamo le modalità di lettura della sofferenza, un’altissima sensibilità e una capacità interpretativa dell’umano, particolarmente utili per comprendere i percorsi del dolore, scoprendo un «Alzheimer d’amore».

 Leggi un estratto (con sommario)

Guarda il video su YouTube

Grisoni, Alzheimer d'amore 180

 

Franca Grisoni è nata a Sirmione, dove vive. In collaborazione con istituzioni pubbliche e private organizza corsi biblici ed eventi culturali. Collabora con il “Giornale di Brescia”, “Paragone Letteratura”, “Città & Dintorni” e “Psicogeriatria”. Scrive nel dialetto di Sirmione. Ha pubblicato: La böba, prefazione di Pietro Gibellini, San Marco dei Giustiniani, Genova 1986 (Premio Bagutta opera prima); El so che te se te, Pananti, Firenze 1987 (Premio Empoli); L’oter, prefazione di Franco Brevini, Einaudi, Torino 1988; Ura, Pegaso, Forte dei Marmi 1993; De chi. Poesie della penisola di Sirmione, Scheiwiller, Milano 1997 (Premio Viareggio); La giardiniera, L’Obliquo, Brescia 2001; L’ala, prefazione di Giovanni Tesio, Liboà, Torino 2005 (Premio Biagio Marin); Passiù, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, L’Obliquo, Brescia 2008; Poesie, a cura di Paola Carmignani, prefazione di Pietro Gibellini, Morcelliana, Brescia 2009 (Premio Salvo Basso, Premio Tirinnanzi); Compagn, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, Morcelliana, Brescia 2012 (Premio Nazionale Ponte di Legno Poesia); Medea, con una nota di Franco Brevini, Fondazione Etica-L’Obliquo, Brescia 2012; L’ös / L’uscio, prefazione di Marco Trabucchi, L’Obliquo, Brescia 2013; Croce d’amore / Crus d’amur. Passione in versi ispirata dai capolavori del Romanino, prefazione di Giuseppe Langella, nota di Fabio Larovere, Interlinea, Novara 2016. E inoltre: Appunti sul far critica di Cesare Garboli, Pananti, Firenze 1992; Nel tempo di Mattioli, con uno scritto di Cesare Garboli, L’Obliquo, Brescia 2005.

Un brano del libro
«Mi dice un amico, è inutile
che tu insista e ti logori,
lei non capisce.
Ma noi
poco di più, perché
guardando i suoi occhi sbiaditi,
capisco che il grande mistero,
non è soltanto Dio»

Franca Grisoni, Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia
con una nota di Marco Trabucchi
Interlinea, pp. 232, euro 14, isbn 978-88-6857-108-5

 Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

 

A Milano un piccolo classico dei libri sui libri

5 aprile 2017 alle 10:30 | Pubblicato su Editoria, Interlinea, Narrativa, scrittori | Lascia un commento

A Milano un piccolo classico dei libri sui libri:
il bibliofilo Andrea Kerbaker presenta Diecimila

La nuova edizione dell’Autobiografia di un libro sarà protagonista di una serata di letture da Goldoni a Bob Dylan con autori come Ballestra, Balzano, Lamarque, Vercesi, Zaccuri

Diecimila. Autobiografia di un libro è un piccolo classico dei libri sui libri, scritto dal bibliofilo Andrea Kerbaker, amato da numerosi lettori e tradotto in molte lingue, dal coreano al giapponese. Il volume, nella nuova edizione di Interlinea, sarà presentata dall’autore alla Kasa dei Libri (largo De Benedetti 4) martedì 11 aprile 2017 alle ore 18. All’incontro dal titolo Dieci autobiografie per Diecimila saranno presenti, per leggere da altrettante autobiografie, Andrée Ruth Shammah (che leggerà da Mèmoires di Carlo Goldoni), Alessandro Zaccuri (da Autobiografia di Monaldo Leopardi), Pier Luigi Vercesi (da Festa mobile di Ernest Hemingway), Vivian Lamarque (da Lessico familiare di Natalia Ginzburg), Marco Balzano (da Il primo uomo di Albert Camus), Silvia Ballestra (da L’età forte di Simone De Beauvoir), Silvano Calzini (da Un tocco in più di Gianni Rivera e Oreste del Buono), Sarah Thorne (da Esperienza di Martin Amis, con Andrea Kerbaker), Renato Sarti (da Vivere per raccontarla di Gabriel García Marquez), Alberto Tonti (da Chronicles di Bob Dylan).

Kerbaker, Diecimila 180

 LEGGI UN ESTRATTO

Se ogni volta che passate davanti a un oggetto vi domandate quali sono i suoi pensieri, i suoi sentimenti, magari che cosa pensa di voi, questo racconto è stato scritto a vostro uso e consumo. Protagonista è un libro che parla in prima persona. Questo libro è un romanzo degli anni trenta che ha avuto molti proprietari, diversissimi tra loro, e da qualche tempo sta in uno scaffale di una libreria dell’usato ad aspettare il prossimo acquirente. Una vicenda già vissuta dal libro ma questa volta c’è una minaccia in più: il libraio ha detto a voce alta che dopo qualche settimana i libri invenduti verranno mandati al macero. Così, temendo di essere prossimo alla fine, il libro racconta la sua affascinante storia lunga quasi un secolo, nel tentativo di catturare l’attenzione dei clienti, lettori come chi sta leggendo queste righe…

Andrea Kerbaker, milanese, esperto di comunicazione aziendale e organizzazione culturale, oltre che bibliofilo, è autore di libri tra cui una Breve storia del libro (a modo mio) (Ponte alle Grazie, 2014) e cura il programma della Kasa dei Libri a Milano. Insegna Istituzioni e politiche culturali all’Università Cattolica e collabora con il “Corriere della Sera” e con il supplemento domenicale del “Sole 24 Ore”. Per Interlinea ha curato Alle radici dell’Alfa Romeo di Nicola Romeo

Andrea Kerbaker, Diecimila. Autobiografia di un libro
Interlinea, pp. 80, euro 12, isbn 978-88-6857-119-1

Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

Novara e il Boom del miracolo economico

31 marzo 2017 alle 10:28 | Pubblicato su Interlinea, Narrativa, Novara, Storia | Lascia un commento

Novara e il Boom del miracolo economico:
dalla Coca Cola al frigorifero Ignis un libro di oggetti

Carlo Robiglio presenta l’autore ultranovantenne Carlo Alberto Carutti giovedì 6 aprile alle 18 in Biblioteca Negroni in un evento patrocinato dall’AIN

«Un libro ricco di suggestioni e spunti anche per l’impegno degli industriali oggi»: così “L’imprenditore” commenta la pubblicazione da parte di Interlinea di Boom. Gli oggetti del miracolo economico tra vita, passione e lavoro di Carlo Alberto Carutti, classe 1923, che ha vissuto gli anni d’oro dell’imprenditoria italiana e che presenterà il volume a Novara, in Biblioteca Negroni (corso Cavallotti 6), giovedì 6 aprile 2017 alle ore 18 assieme a Carlo Robiglio vicepresidente del “Sole 20 Ore”. L’evento a ingresso libero è organizzato in collaborazione con AIN, l’Associazione Industriali di Novara, in occasione dei Giovedì letterari della Biblioteca.

In Boom i ricordi di Carlo Alberto Carutti, uno dei molti italiani che hanno costruito il Paese collaborando coi grandi nomi dell’imprenditoria degli anni sessanta – Guzzi, Garelli, Fiat, Zoppas, Ignis, Zanussi e tanti altri –, sono rivolti ai giovani di oggi, perché siano fonte di energia positiva, di coraggio e fiducia, di ottimismo per cominciare da zero, nonostante le difficoltà del nostro tempo. L’autore ha vissuto i migliori anni del boom economico e le tappe del suo racconto, fatto di incontri e di grande passione per il lavoro, si concretizzano negli oggetti che hanno cambiato il modo di vivere di una nazione: dalla bottiglia della Coca-Cola al motore del Mosquito, dalle lampade fluorescenti alla motofalciatrice, dal frigorifero alla lavatrice, dal registratore Geloso al televisore, dalle brugole alle cerniere per mobili. Sono prodotti che hanno costellato vita e lavoro dell’autore, ingegnere appassionato di musica e arte, ma anche profondo conoscitore delle tecnologie più avanzate necessarie nei processi produttivi di maggior resa e qualità.

Carutti, Boom 180

LEGGI UN ESTRATTO (LINK)

Carlo Alberto Carutti nasce a Milano nel 1923, si laurea in Ingegneria alla fine del 1946 al Politecnico di Milano, perfeziona in quegli anni, in parallelo al suo lavoro, lo studio della chitarra jazz sotto la guida del maestro Zuccheri, successivamente completa lo studio già avanzato del violino alla scuola musicale Enrico Bossi di Como sotto la guida del maestro Terraneo, allarga la sua cultura sulle arti figurative quando nel 1951 si sposa con Maria Luigia Testori, sorella di Giovanni Testori, suo compagno di ginnasio e di liceo che lo coinvolge nella passione per la pittura e le sue ricerche.
Ha già pubblicato nel 2005 Passioni di un collezionista che raccoglie la sua collezione di arti figurative e nel 2011 Dai liuti ai violini che raccoglie la sua collezione di strumenti musicali.
In ambito letterario ha pubblicato Noi (Interlinea, Novara 2013).
L’autore, di professione imprenditore da oltre sessant’anni, accomuna la passione per il collezionismo mirato a quella per la ricerca e per la poesia, di cui è segreto artefice, prodotto inconsapevole della sua anima musicale.
Per il suo appassionato interessamento al gemellaggio culturale di Cremona e di Füssen ha ricevuto dalla Municipalità della città tedesca il Premio alla Cultura 2014.

 

Tornano i giochi ecosostenibili della pioniera di Art Attack

22 marzo 2017 alle 10:26 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento

Tornano i giochi ecosostenibili della pioniera di Art Attack
Con Così per gioco di Elve Fortis l’arte del riciclo per i bambini

 A 25 anni dalla scomparsa Interlinea ricorda a Novara l’artista scrittrice che con Munari rivoluzionò la creatività dei libri per l’infanzia con una nuova edizione a colori del capolavoro per costruire giochi a casa e a scuola con materiali riciclati

Con Munari rivoluzionò i libri per l’infanzia che divennero spunti per laboratori e attività, ancora attuali a 25 anni dalla scomparsa di Elve Fortis de Hieronymis, che in Così per gioco inventò i primi giochi ecosostenibili da materiali riciclati ispirando poi la recente serie di Art Attack della Disney. Ora il suo capolavoro torna in nuova edizione con illustrazioni a colori grazie alla collana “Le rane” di Interlinea. Questo giovedì a Novara, nella Biblioteca Ragazzi intitolata proprio a Elve, è in programma l’anteprima dell’edizione con la testimonianza di Anna Lavatelli (alle ore 18 in corso Cavallotti 6 con mostra di giochi originali della collezione privata dell’autrice): incontro, video e mostra con Massimo Fortis, Roberto Cicala, Anna Lavatelli e Vanni Vallino e laboratori per bambini a cura delle “Rane” Interlinea.

Così per gioco… si possono fare tanti giochi e lavoretti in casa e a scuola, quando si è stanchi di studiare, di leggere o di guardare la tv, quando fuori piove e al chiuso ci si annoia. Utilizzando carta, cartone, stagnola, vassoietti di cartoncino o polistirolo, bottiglie di plastica, piatti e bicchieri di carta, tappi di sughero e molti altri materiali di recupero si può inventare un giocattolo, poi altri ancora, tutti diversi, creati con le nostre mani, magici e belli… Un libro da leggere e usare, una guida illustrata e pratica con tante idee per i bambini ma anche per gli adulti (mamme, papà, insegnanti).

Fortis, Così per gioco 180

Elve Fortis de Hieronymis (1920-1992), autrice di È arrivato un bastimento carico di… (Mondadori 1992), ha vissuto fin dall’infanzia a Novara dove ha insegnato storia dell’arte e disegno nei licei. Dal 1967 in poi si è dedicata alla progettazione e all’illustrazione di libri, grandi albi, libri gioco e giochi didattici. Si è anche imposta come scrittrice di racconti e filastrocche per bambini per i maggiori editori, vincendo numerosi premi. Di questa straordinaria autrice “Le rane” di Interlinea hanno pubblicato I viaggi di Giac (molto apprezzato nelle scuole) e, per i più piccoli, Che tempo fa? (adottato da Nati per Leggere) e Riccetto.

 Un brano del libro

«Tutti sanno che un foglio di carta, essendo sottile, ha due dimensioni, la larghezza e l’altezza; così com’è possiamo appenderlo, possiamo stenderlo su di un piano ma non possiamo farlo stare “in piedi”, perché non ha sufficiente spessore. Però la carta si può tagliare e piegare con facilità, ed è appunto con pieghe e tagli che noi possiamo modificare la struttura bidimensionale della carta, realizzare dei volumi e farle perciò acquistare la terza dimensione: la profondità»

Contenuti speciali:

Video di Così per gioco su Youtube

Giochi sull’acqua: PDF scaricabile
Video Youtube: il maialino salvadanaio

Video Youtube: Emanuele Luzzati ricorda Elve Fortis De Hieronymis

 Elve Fortis de Hieronymis, Così per gioco. Costruiamo insieme i nostri giocattoli con materiali di riciclo
illustrazioni dell’autrice. NUOVA EDIZIONE con inserti a colori
pp. 176, euro 12, Isbn 978-88-6699-018-5

Per info:
www.interlinea.com
ufficiostampa@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni –
Twitter: @Interlinea_Ed
0321 1992282

Alberto Nessi per la prima volta in Italia

22 marzo 2017 alle 10:24 | Pubblicato su Interlinea, Poesia, scrittori, Svizzera | Lascia un commento

Un poeta solitario dalla Svizzera a Milano:
Alberto Nessi per la prima volta in Italia

L’anziano autore, personaggio di culto nel Canton Ticino, Gran Premio Svizzero di Letteratura, presenterà la raccolta Un sabato senza dolore (Interlinea) il 22 marzo con Maurizio Cucchi e Giuseppe Langella

Il poeta e narratore Alberto Nessi, autore di culto oltre frontiera, vincitore nel 2016 del Gran Premio Svizzero di Letteratura, il più ambito riconoscimento letterario elvetico, sarà a Milano per la prima volta mercoledì 22 marzo 2017 per presentare la sua raccolta poetica Un sabato senza dolore, pubblicata da Interlinea con una nota di Fabio Pusterla. L’evento si terrà presso la libreria Vita e Pensiero (largo Gemelli 1) alle ore 18, con interventi di Maurizio Cucchi e Giuseppe Langella.

Guarda il video su Youtube

Nessi, Un sabato senza dolore 180

«Partire la mattina presto» è l’atto con cui Alberto Nessi inizia il viaggio in treno che conduce il lettore di Un sabato senza dolore lungo paesaggi naturali e incontri umani. Questo libro è come uno scompartimento che offre un campionario di tipi e di sentimenti, di oggetti e di visioni: così capita che «la purezza della neve nel cielo / si scontra con l’oscenità del giornale». Alla ricerca della «parola che non tradisca la sua genesi» l’autore sa raccontare con la semplicità e la saggezza di chi è abituato a vivere in bilico fra attese e delusioni, in una terra spirituale di confine. Gli capita d’incontrare anche migranti clandestini: «quante volte ci morderà la rete ancora il cuore?» e alla fine deve constatare che «non vedrò più la viaggiatrice senza bagaglio / che avrebbe tante cose da raccontarmi» perché «deve scendere». È il destino di tutti, ben racchiuso in poesie scritte «forse un po’ come ballare il tango».

 

Alberto Nessi (Mendrisio 1940) è cresciuto a Chiasso e oggi vive a Bruzella in Valle di Muggio. È stato insegnante. È poeta e narratore. Una scelta svizzera delle sue poesie è stata pubblicata nel 2010 da Casagrande, Bellinzona, con il titolo Ladro di minuzie.Per la prosa: Terra matta (Dadò, Locarno 1984; quinta edizione 2005, con prefazione di Fabio Soldini) e, da Casagrande, Bellinzona: Tutti discendono (1989), Fiori d’ombra (1997), La Lirica (1998). La prossima settimana, forse (2008), Milò (2014).Ha curato l’antologia di testi e testimonianze sulla Svizzera italiana Rabbia di vento (Casagrande, Bellinzona 1986) ed è autore di libri realizzati in collaborazione con artisti. È tradotto in varie lingue. Gli è stato conferito il Gran Premio svizzero di letteratura.

Un brano del libro
«E in questo giorno luminoso non vorrei dimenticare
il bambino senza sorriso che voleva nuotare
una volta, almeno una volta, nel dolceazzurro della piscina»

Alberto Nessi, Un sabato senza dolore, con una nota di Fabio Pusterla
Interlinea, pp. 120, euro 12, isbn 978-88-6857-109-2

A “Leggermente” un piccolo classico dei libri sui libri

16 marzo 2017 alle 10:17 | Pubblicato su Classici, Editoria, Interlinea, Narrativa | Lascia un commento

A “Leggermente” un piccolo classico dei libri sui libri:
il bibliofilo Andrea Kerbaker presenta Diecimila

La nuova edizione dell’Autobiografia di un libro sarà al Festival di Lecco il 20 marzo alle 18 al Palazzo del Commercio

Diecimila. Autobiografia di un libro è un piccolo classico dei libri sui libri, scritto dal bibliofilo Andrea Kerbaker, amato da numerosi lettori e tradotto in molte lingue, dal coreano al giapponese. Il volume, nella nuova edizione di Interlinea, sarà presentata dall’autore e Giorgio Marchini a Lecco il 20 marzo 2017, alle ore 18 presso il Palazzo del Commercio (piazza Garibaldi 4). L’evento, a ingresso libero, fa parte del festival “Leggermente”.

Kerbaker, Diecimila 180

Se ogni volta che passate davanti a un oggetto vi domandate quali sono i suoi pensieri, i suoi sentimenti, magari che cosa pensa di voi, questo racconto è stato scritto a vostro uso e consumo. Protagonista è un libro che parla in prima persona. Questo libro è un romanzo degli anni trenta che ha avuto molti proprietari, diversissimi tra loro, e da qualche tempo sta in uno scaffale di una libreria dell’usato ad aspettare il prossimo acquirente. Una vicenda già vissuta dal libro ma questa volta c’è una minaccia in più: il libraio ha detto a voce alta che dopo qualche settimana i libri invenduti verranno mandati al macero. Così, temendo di essere prossimo alla fine, il libro racconta la sua affascinante storia lunga quasi un secolo, nel tentativo di catturare l’attenzione dei clienti, lettori come chi sta leggendo queste righe…

 

Andrea Kerbaker, milanese, esperto di comunicazione aziendale e organizzazione culturale, oltre che bibliofilo, è autore di libri tra cui una Breve storia del libro (a modo mio) (Ponte alle Grazie, 2014) e cura il programma della Kasa dei Libri a Milano. Insegna Istituzioni e politiche culturali all’Università Cattolica e collabora con il “Corriere della Sera” e con il supplemento domenicale del “Sole 24 Ore”. Per Interlinea ha curato Alle radici dell’Alfa Romeo di Nicola Romeo

Andrea Kerbaker, Diecimila. Autobiografia di un libro
Interlinea, pp. 80, euro 12, isbn 978-88-6857-119-1

Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

«La tua voce è plurale»

10 marzo 2017 alle 10:10 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento

«La tua voce è plurale»
Interlinea festeggia i 70 anni di Eugenio De Signoribus

Una plaquette fuori commercio a cura di Simona Morando e Stefano Verdino
donata al poeta nato l’11 marzo 1947

«Vorrei che il rimario della corte / l’alto contrafforte superasse / e nell’amica terra riecheggiasse», così si aprono le Arie del desiderio (in Ronda dei conversi) e ben sappiamo il peso di quell’espressione «nell’amica terra» nella poesia di Eugenio De Signoribus, che sempre ha scritto nella ricerca e nel conforto degli amici, «il lato chiaro dell’umano». Ed ora un gruppo di amici ha pensato di offrirgli un minimo ricambio, in nome della profonda gratitudine per i suoi versi e per la sua persona, nell’occasione dei suoi settant’anni. Sono brevi testimonianze di lettura e di amicizia, che vogliono insieme significare l’importanza di quelle sue parole in corte righe per le proprie esistenze. A queste testimonianze si aggiunge l’edizione di un breve ma intenso carteggio via mail tenuto con Antonio Tabucchi, un dialogo tra due grandi autori che si sono riconosciuti simili. Chiude il libretto una prima mappa bibliografica delle molte stampe d’arte, tirate in pochi esemplari, e prove concrete e continue della fedeltà agli amici da parte di Eugenio.

La tua voce è plurale 180

La tua voce è plurale. Per Eugenio De Signoribus
a cura di Simona Morando e Stefano Verdino,
tiratura di 70 copie, Interlinea, Novara 2017, pp. 96, isbn 978-88-6857-123-8, , non in vendita

www.interlinea.com
edizioni@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni –
Twitter: @Interlinea_Ed
0321 1992282

 

Quando l’Alzheimer ispira gli scrittori

8 marzo 2017 alle 10:08 | Pubblicato su Interlinea, Poesia | Lascia un commento

Quando l’Alzheimer ispira gli scrittori:
un’antologia della poetessa lombarda Grisoni

Presentazione e reading della nuova raccolta Alzheimer d’amore lunedì 27 febbraio in Università Cattolica a Brescia

Davide Rondoni, Valerio Magrelli, Roberta Dapunt, Vivian Lamarque sono alcuni dei poeti i cui versi sul tema dell’Alzheimer sono stati raccolti e commentati da Franca Grisoni in Alzheimer d’amore. Poesie e riflessioni su una malattia (Interlinea). Il libro sarà presentato per la prima volta venerdì 27 febbraio 2017 alle 18 presso la Libreria dell’Università Cattolica di Brescia, via Trieste 17/d, dall’autrice con introduzione di Renzo Rozzini di Fondazione Poliambulanza – Istituto Ospedaliero Università Cattolica del Sacro Cuore. All’incontro interverranno Giacomo Canobbio, delegato per la Cultura della Diocesi di Brescia, Irene Favatella di Fondazione Ambulanza e Marco Trabucchi direttore scientifico del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia. L’ingresso è libero.

Franca Grisoni pubblica per la prima volta un’antologia di poesie che hanno come denominatore comune la malattia di Alzheimer e che sono dedicate ai genitori o ai familiari o ispirate dal dolore e dalle difficoltà di questa patologia. Quando apparentemente non si hanno più parole, la poesia ha parole adatte e sufficienti, è uno strumento profondo, che può trasmettere contenuti altrimenti difficili da comunicare, perché è universale, come la malattia. Le poesie di questo libro sono accompagnate dai commenti di Franca Grisoni, con cui condividiamo le modalità di lettura della sofferenza, un’altissima sensibilità e una capacità interpretativa dell’umano, particolarmente utili per comprendere i percorsi del dolore, scoprendo un «Alzheimer d’amore».

 Leggi un estratto (con sommario)

Guarda il video su YouTube

 Grisoni, Alzheimer d'amore 180

Franca Grisoni è nata a Sirmione, dove vive. In collaborazione con istituzioni pubbliche e private organizza corsi biblici ed eventi culturali. Collabora con il “Giornale di Brescia”, “Paragone Letteratura”, “Città & Dintorni” e “Psicogeriatria”. Scrive nel dialetto di Sirmione. Ha pubblicato: La böba, prefazione di Pietro Gibellini, San Marco dei Giustiniani, Genova 1986 (Premio Bagutta opera prima); El so che te se te, Pananti, Firenze 1987 (Premio Empoli); L’oter, prefazione di Franco Brevini, Einaudi, Torino 1988; Ura, Pegaso, Forte dei Marmi 1993; De chi. Poesie della penisola di Sirmione, Scheiwiller, Milano 1997 (Premio Viareggio); La giardiniera, L’Obliquo, Brescia 2001; L’ala, prefazione di Giovanni Tesio, Liboà, Torino 2005 (Premio Biagio Marin); Passiù, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, L’Obliquo, Brescia 2008; Poesie, a cura di Paola Carmignani, prefazione di Pietro Gibellini, Morcelliana, Brescia 2009 (Premio Salvo Basso, Premio Tirinnanzi); Compagn, prefazione di Giovanni Tesio, postfazione di Giacomo Canobbio, Morcelliana, Brescia 2012 (Premio Nazionale Ponte di Legno Poesia); Medea, con una nota di Franco Brevini, Fondazione Etica-L’Obliquo, Brescia 2012; L’ös / L’uscio, prefazione di Marco Trabucchi, L’Obliquo, Brescia 2013; Croce d’amore / Crus d’amur. Passione in versi ispirata dai capolavori del Romanino, prefazione di Giuseppe Langella, nota di Fabio Larovere, Interlinea, Novara 2016. E inoltre: Appunti sul far critica di Cesare Garboli, Pananti, Firenze 1992; Nel tempo di Mattioli, con uno scritto di Cesare Garboli, L’Obliquo, Brescia 2005.

Un brano del libro
«Mi dice un amico, è inutile
che tu insista e ti logori,
lei non capisce.
Ma noi
poco di più, perché
guardando i suoi occhi sbiaditi,
capisco che il grande mistero,
non è soltanto Dio»

Franca Grisoni, Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia
con una nota di Marco Trabucchi
Interlinea, pp. 232, euro 14, isbn 978-88-6857-108-5

 Per interviste e richiesta di materiale:
Ufficio stampa Interlinea
0321.1992282 – ufficiostampa@interlinea.com
www.interlinea.com

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.